nidec industrial loa

industrial solutions

Nidec ASI installa in Italia il suo Ultra Fast Charger per la ricarica dei veicoli elettrici di nuova generazione: un nuovo traguardo per promuovere una mobilità più sostenibile

UFC Roa

L’innovativo sistema, sviluppato in Italia da Nidec ASI a Montebello Vicentino, permette di ricaricare in meno di 15 minuti anche le auto con le più moderne batterie, in ottica green, garantendo alte prestazioni e minimizzando l’impatto sulla rete elettrica

Milano, 10 giugno 2021 – Nidec ASI, multinazionale capofila del settore Industrial Solutions del Gruppo Nidec, e tra i Gruppi impegnati rispetto alla ripartenza del mondo dei trasporti e della logistica in un’ottica di maggiore sostenibilità, installerà in Italia una stazione Ultra Fast Charger (UFC) presso l’area di servizio del Gruppo ROA sulla strada statale n.372 Telesina (Benevento). Il montaggio di questo sistema di ricarica all’avanguardia, unico nel suo genere grazie a caratteristiche così evolute, rappresenta un importante primo passo verso una diffusione sempre più capillare della mobilità elettrica nel nostro Paese, centrale nella promozione di un modello di sviluppo e di un turismo sempre più sostenibili. Una missione verso cui Nidec ASI è fortemente impegnata anche attraverso un processo di evoluzione dello stesso gruppo, che prevede il rinnovamento della flotta aziendale, rendendola 100% elettrica, e l’installazione di due UFC nelle sedi di Milano e Montebello, per uso privato.

L’Ultra Fast Charger, grazie a una tecnologia efficiente, modulabile e interamente Made in Italy, contribuirà a gettare le basi per la diffusione dei veicoli elettrici in Italia, traducendo in realtà la visione di un futuro green e sostenibile dominato da tecnologie “all electric,” e rispondendo a una delle priorità del Recovery Plan, ossia quella di evolvere le infrastrutture in ottica green quale presupposto imprescindibile per rendere la mobilità nel nostro Paese più sostenibile. L’avanzato sistema di Nidec ASI permetterà anche ai veicoli dotati di batterie di ultima generazione di poter usufruire dei vantaggi di una ricarica ultraveloce.

Questa innovativa soluzione sviluppata dal Gruppo nel suo stabilimento di Montebello Vicentino collega, minimizzandone l’impatto, le colonnine di ricarica con la rete elettrica nazionale, semplificando e velocizzando il processo di elettrificazione delle infrastrutture per l’alimentazione delle auto elettriche. L’UFC si posiziona quale soluzione altamente efficace, in grado di rispondere all’aumento della richiesta di energia necessaria ad alimentare le colonnine di ricarica e all’esigenza di mantenere la massima stabilità della rete elettrica. Permette infatti di ricaricare auto, autobus e veicoli commerciali senza attingere direttamente dalla rete, evitando quindi picchi di potenza e conseguenti blackout. Una caratteristica fondamentale in un paese come l’Italia e in particolare nelle regioni del Mezzogiorno, dove la rete è più debole rispetto agli standard europei e un sovraccarico potrebbe creare problemi di potenza. Il nuovo Ultra Fast Charger è dotato di un sistema di storage a batteria e funge quindi da “cuscinetto” tra la rete elettrica e la colonnina di ricarica.

È il più avanzato esempio di una nuova generazione di charger ultraveloci, che possono essere connessi a reti elettriche di bassa o media tensione (LV o MV GRID) e che, a fronte di un fabbisogno energetico di soli 50 kW, consentono di fornire al veicolo una potenza di 320 kW. L’innovativo sistema permette di ricaricare rapidamente le batterie delle auto di nuova generazione, portandole all’80% della capacità in meno di 15 minuti. Consente, inoltre, di ricaricare veicoli in parallelo o in serie e, grazie alle sue dimensioni contenute, abilita un servizio capillare in grado di soddisfare le esigenze di diffusione distribuita dei player del mercato delle auto elettriche.

Nello specifico, Nidec ASI fornirà al Gruppo ROA un Powersafe 1.0 con 2 pacchi batterie da 79kWh ognuno, dotato di una colonnina con 2 uscite a 160kW e 2 meters certificati. Il sistema sarà inoltre alimentato da un impianto fotovoltaico già presente, per permettere l’utilizzo di energia 100% verde e ridurre al minimo l’impatto sulla rete elettrica. Questa soluzione aiuterà il Gruppo ROA a massimizzare i guadagni e a raggiungere un rapido ROI, garantendo una fonte di revenue sia dalla ricarica dei veicoli elettrici, sia dal grid service che fornirà alla rete elettrica. Infatti, grazie alla funzionalità B2G (Battery-To-Grid) del Powersafe sarà anche possibile, se richiesto, riutilizzare parte dell’energia accumulata nel Powersafe per i consumi della stazione di servizio

“Siamo davvero orgogliosi di questo ordine, che dimostra come in tutta Italia sia molto alta l’attenzione alla sostenibilità e all’evoluzione della mobilità, verso un nuovo paradigma che porterà una capillare diffusione dei veicoli elettrici. Una sensibilità che si è diffusa maggiormente anche a seguito della pandemia, che ci ha fatto comprendere che ridurre l’inquinamento e il nostro impatto sull’ambiente è possibile. Come Nidec ASI, crediamo fortemente che il sostegno alla mobilità elettrica sia cruciale per la transizione verso un modello di sviluppo sostenibile, in cui le energie rinnovabili e le tecnologie a zero emissioni avranno un ruolo centrale. Crediamo che il nostro nuovo Ultra Fast Charger, realizzato facendo leva sulla nostra conoscenza in ambito microgrid, stoccaggio dell’energia e power quality, potrà dare una forte accelerazione alla realizzazione di un’infrastruttura di ricarica efficiente e all’avanguardia,” ha dichiarato Dominique Llonch, CEO di Nidec ASI e Presidente di Nidec Industrial Solutions. “Mi fa particolarmente piacere che il Gruppo ROA abbia scelto il nostro know-how e la nostra soluzione per creare in Italia il primo avamposto per la ricarica veloce dei veicoli di prossima generazione. Per realizzare questi progetti occorre infatti un partner che ha l’esperienza per costruire prodotti industriali fatti per durare nel tempo. Speriamo che l’esempio virtuoso di ROA, che ha anticipato tanti colossi dell’energia, possa ispirare altre grandi realtà del settore nel nostro Paese, contribuendo a rivoluzionare la mobilità come oggi la conosciamo.”

 

“Fin da quando abbiamo avviato il progetto di rinnovamento dell’area di servizio, la nostra idea era di recuperare il gusto del viaggio lungo un’arteria storicamente molto importante che collega in maniera veloce il Centro e Nord Italia con Puglia, Basilicata e le terre molisane e Campobasso” hanno dichiarato Amedeo e Roberto Onofrio, Soci Proprietari del Gruppo Roa. “Con Ultra Fast Charger Nidec ASI aggiungiamo un altro importante tassello al nostro progetto di accoglienza e servizi. Ciò che ci ha immediatamente convinti della validità del progetto è la tecnologia “ibrida” utilizzata, che integrato ad un impianto fotovoltaico da 190 kw che andremo ad istallare, produrrà energia completamente green, che non avrà bisogno di attingere dalla rete elettrica nazionale, evitando quindi picchi di potenza e blackout e servirà anche per abbattere i consumi energetici della struttura. L’innovativo sistema consente inoltre di ricaricare rapidamente le batterie delle auto, portandole all’80% in meno di 15 minuti. Questo è il futuro della mobilità e noi siamo pronti ad accogliere questa sfida con l’occhio rivolto alla sostenibilità, alla tipicità dei prodotti e alla qualità dell’offerta. La pausa lungo il viaggio fa parte del viaggio stesso e le va dedicata la medesima attenzione e cura. Questa è la filosofia del nostro Gruppo.”

 

L’Ultra Fast Charger Nidec ASI, destinato a diffondersi rapidamente sulle strade italiane ed europee grazie a una fitta pipeline di progetti in fase di studio, rappresenta un alleato sicuro e affidabile per la rivoluzione dei trasporti.

Il Gruppo è attivo a 360° nel mondo della mobilità, realizzando anche impianti a fune da oltre 40 anni nella direzione di renderli un mezzo di trasporto pubblico sempre più diffuso, e fornendo soluzioni per la ricarica di bus elettrici e sistemi di trasporto persone a fune su ruote. Nidec ASI promuove inoltre un trasporto marittimo più green e sostenibile con sistemi shore to ship realizzati in Italia, Francia e a Malta, per l’alimentazione elettrica delle navi attraccate, e importanti iniziative quali la fornitura di sistemi di stoccaggio a batterie dell’energia a bordo per navi da lavoro, traghetti e yacht full electric e ibridi.

 

search Created with Sketch.