Nidec ASI al workshop “Navigare dal Blue al Green” a bordo della Nave scuola Amerigo Vespucci

DSC_0495

Trieste, 12 ottobre 2018 –Nidec ASI –  capo azienda della piattaforma Nidec Industrial Solutions del gruppo Nidec –  ha partecipato oggi al workshopNavigare dal Blue al Green – studio e tecnologia per una navigazione sostenibile“, promosso dall’Università degli Studi di Trieste e dall’Associazione Elettrotecnica Italiana, che si è tenuto a bordo della Nave scuola Amerigo Vespucci in occasione della settimana dedicata alla Barcolana, la regata internazionale che si svolge tradizionalmente nel golfo di Trieste, arrivata quest’anno alla 50ª edizione.

 

Nel corso del suo intervento sulla navigazione sostenibile, Kaila Haines, Marketing & PR Director di Nidec ASI ha dichiarato: “Nidec, leader mondiale nel mercato dell’energy storage, si impegna profondamente nella progettazione e nella realizzazione di soluzioni ibride che permettono una navigazione a basso impatto ambientale, grazie all’utilizzo di batterie a bordo delle navi.  Forti della nostra esperienza di 180 anni nell’elettronica di potenza e del nostro riconosciuto know how nel power management, siamo in grado di offrire un portfolio completo di prodotti compatti e ad elevate prestazioni; in seguito all’acquisizione di Leroy Somer e Control Techniques, inoltre, abbiamo integrato il nostro portfolio con una più ampia gamma di motori, generatori e convertitori sia in bassa che in media tensione, che ci permettono di ideare progetti importanti di propulsione e generazione di energia a bordo, sia per quanto riguarda nuove imbarcazioni, sia per il retrofitting di navi esistenti. Inoltre, le nostre soluzioni sono studiate per garantire la massima affidabilità a bordo, con avanzati sistemi di sicurezza e controllo che vanno ben oltre la compliance alle normative vigenti.”

 

La nave Amerigo Vespucci, fiore all’occhiello della Marina Militare Italiana, ha un cuore “elettrico”: un motore elettrico di ultima generazione, progettato e realizzato da Nidec ASI, che offre agli studenti l’opportunità di imparare a gestire i moderni sistemi di propulsione. È stato progettato e fabbricato nello stabilimento di Monfalcone che vanta una lunga tradizione nella progettazione e realizzazione di motori per il settore marittimo, fin dai tempi dei Cantieri Triestini, oltre 125 anni fa.

 

Il motore è stato chiamato “Aliseo” dall’equipaggio della nave Vespucci, con riferimento ai venti importanti per la navigazione a vela. Il team di Nidec ASI ha realizzato una targa speciale con il nome del motore, che è stata consegnata nel corso di una cerimonia ufficiale, alla presenza del Capitano di Vascello Stefano Costantino e del suo equipaggio.